dati ANNO 2021

1
Km percorsi
1
Spedizioni effettuate
1
ANNI DI ESPERIENZA

I NOSTRI SERVIZI


LOGISTICA

I SERVIZI DI LOGISTICA E MOVIMENTAZIONE MERCI SONO STRUMENTI DI INTEGRAZIONE FRA LE DIVERSE AREE OPERATIVE E DI FIDELIZZAZIONE DEI CLIENTI


Scopri

TRASPORTO

FLOTTA ETEROGENEA CON PIU' DI 50 MEZZI DI PROPRIETA' ARRICCHITA ATTRAVERSO PARTNERSHIP CON SUBVETTORI AFFILIATI.

Scopri
LA FLOTTA

LA nostra flotta e' composta da oltre 50 automezzi di proprieta' in grado di soddisfare tutte le esigenze dei nostri clienti e le svariate categorie merceologiche.


9

News

GREENPASS VIA LIBERA PER LE AZIENDE STRANIERE Arrivano chiarimenti su Green pass eautotrasporto merci in relazione all’ingresso nel territorio nazionale di autotrasportatori provenienti dall’estero. Nei giorni scorsi le associazioni del settore avevano chiesto disposizioni specifiche per evitare possibili blocchi nel comparto logistico. Questa mattina la vice ministra delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibile, Teresa Bellanova aveva comunicato che da domani 15 ottobre, giorno in cui entra in vigore il Green Pass sui luoghi di lavoro, gli autotrasportatori stranieri che hanno avuto una vaccinazione non approvata dall’Ema, come ad esempio lo Sputnik, potranno entrare in azienda rimanendo chiusi in cabina. Bellanova ha spiegato che le attività di carico e scarico potranno essere quindi svolte dai dipendenti dell’azienda regolarmente in possesso di green pass.

Consentito solo l’accesso ai luoghi deputati alle operazioni di carico e scarico delle merci

Una nuova nota odierna del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) e il Ministero della Salute precisa che, in relazione all’ingresso nel territorio nazionale degli autotrasportatori provenienti dall’estero, in linea con le raccomandazioni della Commissione europea in attuazione delle cosiddette “corsie verdi” (green lanes), continuano ad applicarsi fino al 31 dicembre le disposizioni contenute nel Dpcm 2 marzo 2021. In particolare, per quanto riguarda il personale a bordo dei mezzi di trasporto provenienti dall’estero e non in possesso di green pass (o di altre certificazioni per vaccinazioni riconosciute dall’Ema o riconosciute equivalenti dal Ministero della salute) è consentito, come già previsto dalle regole vigenti, esclusivamentel’accesso ai luoghi deputati alle operazioni di carico/scarico delle merci a condizione che dette attività vengano svolte da altro personale.

Calendario dei divieti di circolazione dei veicoli industriali

Il ministero Mims (ex Trasporti) ha pubblicato sul suo sito web il testo del Decreto numero 506 del 14 dicembre 2021, già firmato dal ministro, che stabilisce il calendario dei divieti di circolazione dei veicoli industriali con massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate nei giorni festivi o prefestivi per l’intero 2022. Complessivamente ci sono 77 giorni in cui la circolazione è vietata, con orari diversi rispetto al giorno e alla stagione. Restano i divieti per tutte le domeniche, dalle 9.00 alle 22.00 (anticipato alle 7.00 a giugno, luglio, agosto e settembre), con aggiunta di tutti i sabati e di alcuni venerdì a luglio e agosto. Questi due mesi sono anche quelli con maggiori divieti, rispettivamente con dodici e undici giorni. Allegato il decreto integrale..

DIVIETI DI CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI INDUSTRIALI

I  divieti di circolazione dei veicoli industriali son massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate durante le feste natalizie del 2021 sono ridotti a causa della coincidenza del Natale e di Santo Stefano con sabato e domenica. Quindi, i divieti si limitano al 25 e al 26 dicembre, in entrambi i casi dalle 9.00 alle 22.00. Anche se il ministero dei Trasporti non ha ancora diffuso il calendario per il 2022, possiamo prevedere che una situazione analoga potrà avvenire per Capodanno: infatti, il primo gennaio 2022 cade di sabato. Non è invece chiaro se saranno imposti limiti prima dell’Epifania, poiché il 6 gennaio cadrà di giovedì.

DA OGGI SI SALE IN DUE IN CABINA PER ADDESTRARE UN FUTURO AUTISTA FINO A UN MASSIMO DI 3 MESI

Fino a ieri sul camion in cabina potevano salire oltre all’autista solo individui che avessero un legame con le merci trasportate. Adesso si cambia o meglio si introduce una eccezione che riguarda persone neoassunte che stanno facendo pratica di guida. Da oggi per addestrare autisti è possibile la presenza a bordo di un camion, oltre alle persone addette all’uso o al trasporto delle cose trasportate, anche di un uomo o una donna neoassunti, in possesso dei titoli professionali previsti per l’esercizio della professione, per un periodo di addestramento di durata massima di 3 mesi. Questa deroga a quanto prevede l’art.54, comma 1, lettera d), del CDS è una delle novità introdotte da oggi dalla conversione in legge del DL 10 settembre 2021, n.121 (“Decreto Trasporti”).

INTERVENTO A CHIARIMENTO DELLA DIREZIONE GENERALE TRASPORTO DELLA COMMISSIONE EUROPEA (1)

Tra le novità apportate all’autotrasporto internazionale dal Regolamento 1054/2020 (che fa parte del Primo Pacchetto Mobilità) c’è anche la possibilità si superare i tempi di guida giornalieri o settimanali in determinate circostanze. La DG Trasporto della Commissione Europea ha chiarito quali sono tali circostanze. Ciò è possibile “esclusivamente per consentire al veicolo di raggiungere un luogo di sosta adeguato e nella misura necessaria a garantire la sicurezza delle persone, dei veicoli o del suo carico, o in circostanze eccezionali nei casi in cui un conducente debba raggiungere il proprio luogo di residenza o la sede operativa del datore di lavoro per poter effettuare un periodo di riposo settimanale, o un riposo settimanale regolare”.

INTERVENTO A CHIARIMENTO DELLA DIREZIONE GENERALE TRASPORTO DELLA COMMISSIONE EUROPEA (2)

La Commissione aggiunge che “queste due nuove deroghe possono essere utilizzate quando, a causa di circostanze impreviste indipendenti dalla volontà del conducente o dell’operatore (condizioni meteorologiche, congestione, ritardi nei punti di carico/scarico, ecc.), un conducente non è in grado di raggiungere uno dei luoghi sopra indicati per un riposo settimanale senza violare le regole sul riposo giornaliero o settimanale”. Se l’estensione del tempo di guida serve all’autista per raggiungere il suo luogo di residenza o la sede operativa del datore di lavoro al fine di effettuare un riposo settimanale o un riposo settimanale regolare, ciò non permette all’autista di derogare al limite massimo di tempo di guida quindicinale di 90 ore.

TRALFO SRL Certificata IFS Logistics

A dimostrazione dell’impegno, della professionalità che da sempre ci caratterizza, siao mlieti di annunciare l’ottenimento della certificazione IFS Logistics.

IFS Logistics

le nostre certificazioni
dove siamo

Sede Legale

Sede operativa